Edificio passivo

L’IBO ritiene che lo Standard Passivhaus  rappresenti, attualmente, lo standard costruttivo energetico più efficiente, con il quale si raggiunge sia il comfort termico ottimale e la migliore qualità dell’aria interna, sia il minore consumo di energia per riscaldamento e raffrescamento. Un involucro edilizio che soddisfa lo Standard Passivhaus è anche la migliore base per un “edificio a energia positiva”, che si dovrebbe distinguere da un edificio passivo solo per le aggiuntive misure impiantistiche per il guadagno energetico.

Lo Standard Passivhaus viene definito, dal suo ideatore Prof. Dr. Wolfgang Feist, come segue:

" Il Passivhaus (edificio passivo) è la conseguente evoluzione dell’edificio a basso fabbisogno energetico. I componenti essenziali della tecnologia Passivhaus consistono in un eccellente isolamento termico, un’ottima ermeticità all’aria ed un efficientissimo sistema di riguadagno termico dall’aria in uscita. Mediante l’utilizzo di un sistema di guadagno termico interno e solare, un sistema di riscaldamento convenzionale diventa superfluo. Il concetto Passivhaus conduce al maggior comfort con il minimo consumo energetico.” [IBO Passivhaus-Bauteilkatalog 2009]

L’IBO offre servizi di consulenza per l’ottimizzazione degli edifici passivi (attestazioni secondo il pacchetto di progettazione Passivhaus PHPP), interpretazione del carico termico, calcolo dei ponti termici, scelta ecologica dei materiali da costruzione) e misurazioni Blower-Door per la verifica dell’ermeticità.

Certificazione degli edifici passivi

Inoltre, l’IBO è autorizzato a condurre la certificazione degli edifici passivi secondo i criteri del Dr. Feist (Istituto Edificio Passivo Darmstadt).

L'edificio passivo richiede componenti d’alto pregio (miglior isolamento termico, particolari di raccordo privi di ponti termici, ermeticità all’aria impeccabile, impianti di ventilazione altamente performanti ecc.). Se vengono apportati dei cambiamenti ad un componente oppure non vengono considerate in maniera sufficiente eventuali ripercussioni, l’edificio non raggiunge lo standard di casa passiva e quindi il livello di confort desiderato.  L’IBO GmbH verifica la necessaria documentazione di calcolo per appurarne la correttezza. In questo caso si tratta  di una valutazione della progettazione – integrata del risultato della misurazione dell’ermeticità all’aria.

Criteri per gli edifici passivi ad uso abitativo
Fabbisogno energetico utile richiesto per il riscaldamento < 15 kWh/(m²a)
  o carico termico     < 10 W/m²
Tenuta all’aria n50 < 0.6 1/h
Fabbisogno complessivo di energia primaria *) < 120 kWh/(m²a)
incl. fabbisogno domestico di energia elettrica

 

Criteri per gli edifici passivi ad uso non abitativo
Fabbisogno energetico utile richiesto per il riscaldamento < 15 kWh/(m²a)
  o carico termico < 10 W/m²
Tenuta all’aria n50 < 0.6 1/h
Fabbisogno energetico utile richiesto per il raffrescamento < 15 kWh/(m²a)
Fabbisogno complessivo di energia primaria *) < 120 kWh/(m²a)
*) il fabbisogno di energia primaria include tutti i consumi energetici per riscaldamento, raffrescamento, acqua calda sanitaria, ventilazione, illuminazione di emergenza, illuminazione ed i necessari consumi di energia elettrica

 

Progetti certificati :